Parkes ha inventato il primo esempio di plastica nel 1861, Sandretto dal 1946 inventa macchine nuove e innovative per modellare la plastica.

Marchio storico nella progettazione, costruzione e vendita di presse per lo stampaggio di materie plastiche ad iniezione, Sandretto è uno dei maggiori artefici nel mondo dei processi e macchine innovative per la trasformazione delle plastiche. Il livello delle sue tecnologie, il gran numero di presse installate e la globalità del suo mercato, collocano Sandretto tra le principali industrie costruttrici di presse per iniezione nel mondo.

Oggi Sandretto si presenta sul mercato con una gamma di macchine completamente rinnovata: un range da 75 a 5000 tonnellate, suddiviso in tre gruppi dedicati allo stampaggio General Purpose, Technical e Packaging, così da rispondere in modo completo alle esigenze di una clientela in continua evoluzione e costantemente alla ricerca di macchinari sempre più innovativi e performanti.


La nostra storia

Rilancio attività nel sito di Pont Canavese.

2014

Sandretto è acquisita dal gruppo Photonike SA.

2013

Sandretto entra a far parte del gruppo Romi Brasile.

2008

Inaugurazione della filiale Sandretto Asia Pacific.
Inaugurazione della filiale Sandretto Cina
Inaugurazione della filiale Sandretto America Latina.

2007

Lancia al Plast la nuova serie Nove HP e Nove HPF.

2006

Sandretto viene acquisita dal gruppo americano Taylor’s.

2005

Sandretto entra a far parte del gruppo internazionale Cannon. Continua il processo di espansione, con l’apertura, l’anno dopo, del primo stabilimento in Brasile, e il lancio, nel ’99, della Serie Nove T.

1997

Ormai leader a livello italiano, Sandretto acquisisce la Metalmeccanica Plast, terzo costruttore del settore plastico in Italia. L’anno successivo apre anche la prima filiale negli Stati Uniti.

1987

Sandretto lancia la prima pressa governata da un microprocessore, seguita dalla serie Sette, dotata di due multiprocessori con interfaccia video: innovazioni che segnano una svolta nella storia dell’iniezione.

1978

L’espansione dell’azienda continua con l’apertura di filiali nel Regno Unito, in Francia e in Spagna. È anche l’anno in cui Sandretto sospende la produzione delle macchine a compressione per dedicarsi alle presse per iniezione.

1975

Viene inaugurato lo stabilimento di Pont Canavese, dedicato alla produzione di macchine Serie 5GV. Proprio qui, nell’ex-foresteria annessa allo stabilimento, nascerà il Museo della Plastica, il primo in Italia e uno dei primi del genere nel mondo.

1971

Sandretto cresce e si trasferisce nello stabilimento di Collegno, che diventa il quartier generale dell’azienda. È l’anno in cui iniziano le esportazioni all’estero.

1961

Nasce Sandretto, costituita per iniziativa dei fratelli Modesto e Dino Sandretto, con sede a Torino. In due locali da 50 metri quadrati, si sviluppa quella che sarà poi, negli anni successivi, una delle più quotate aziende del settore. All'inizio opera per conto terzi, ma già alla fine degli anni '50 è in grado di fornire pompe ad acqua, distributori e presse per termoindurenti.

1946